Per questa ricetta abbiamo usato una pasta di mais bianco con una percentuale di curcuma e pepe (necessario per assimilare la curcuma), la curcuma risulta leggera al palato e il pepe dona un sentore aromatico a ogni piatto.

Rispetto al mais giallo, quello bianco si differenzia non solo per il sapore ma anche per il basso contenuto di zuccheri e di nichel. Riesce a saziare senza appesantire, resta sempre al dente e raddoppia di volume in cottura. Grazie al suo gusto delicato è un’ottima base per ogni ricetta. Noi abbiamo provato la pasta di Bontasana ma sul mercato puoi trovare delle valide alternative.

Inoltre abbiamo voluto utilizzare solo prodotti bio e chilometro zero, perché sono prodotti più di qualità e più ricchi di sapore. Se avete la possibilità di un orto urbano vicino casa vi consigliamo di provare a prendere zucchine e pomodori, scoprirete che sono molto più saporiti.

Ingredienti per 2 persone

• 130 g di pasta mais bianco con curcuma e pepe Sarawak
• 250 g di zucchine verdi bio
• 100 g di cipollotto bianco (sia parte bianca che verde)
• 3 pomodori perini

• 100 g di pancetta
oppure 100 g di pancetta vegana
• 1 bicchiere vino rosato
• Olio evo
• Sale

Questa ricetta è realizzabile anche in versione vegana: basta sostituire la pancetta classica con quella pancetta vegana. Per questa variante, ti consigliamo di stare attenti con i liquidi e di aspettare che si asciughino bene prima di introdurne altri.

Procedimento

Per prima cosa taglia le zucchine a rondelle e sminuzza il cipollotto.
Metti una pentola con l’acqua per la pasta sul fuoco, quando raggiunge il bollore tuffa i pomodori ricordandoti di incidere la pelle per pulirli meglio. Falli lessare per qualche minuto, scolali, rimuovi la pelle e i semini e sminuzzali.
Nel frattempo, in una padella larga, metti a rosolare il cipollotto e la pancetta (normale o vegana) e fai rosolare a fiamma alta. Quando senti l’olio che sfrigola, sfuma il tutto con 1/2 bicchiere di vino, fai evaporare l’alcol e poi abbassa la fiamma.
A questo punto aggiungi i pomodori e prosegui la cottura a fiamma bassa per 10 minuti.
Prendi il sugo che hai preparato con la pancetta, la cipolla e i pomodori e mettilo da parte.
Nella stessa padella metti le zucchine con un giro d’olio e, come per la pancetta, una volta che la padella è calda, versa il vino rimasto e fai sfumare bene.
Fai cuocere a fiamma media per 15 minuti, le zucchine devono rimanere un po’ croccanti sotto i denti, aggiungi il sugo che hai tenuto tenuta da parte e continua la cottura per 5 minuti.
Nel frattempo rimetti la pentola con l’acqua con cui hai sbollentato i pomodori e portala a bollore. Aggiungi il sale, versa la pasta e cuocila per i minuti indicati.
Una volta pronta accendi la padella con il sugo, versaci la pasta e una mestolata della sua acqua di cottura.
Fai andare il tutto in padella per un paio di minuti di modo che la pasta assorba bene il sugo.
Spegni e servi nei piatti.